Il Comfort Acustico, cosa significa?

Comfort Acustico ? Di cosa parliamo ?!

Il concetto di comfort acustico o qualità del clima sonoro è piuttosto articolato, e per questo motivo spesso viene facilmente interpretato in modo sbagliato dall'utente finale. Questo concetto acustico inoltre, proprio grazie alla sua complessa struttura + la scarsa informazione che voi utenti avete a disposizione, dona al venditore abile, un valido strumento di vendita e confusione, da utilizzare a proprio vantaggio.

Facciamo dunque un pò di chiarezza, rendendo semplice ogni argomentazione ....

Qualità del clima acustico

Il primo concetto che devi assimilare è che se stai cercando informazioni per insonorizzare, allora questo articolo non fa per te. Il controllo dalla qualità del clima acustico, è un anomalia sonora del tutto diversa e non centra nulla con insonorizzare o fono assorbire. Questo concetto acustico non è tanto diverso dal comune confort climatico, che per altro, posso assicurarti che è molto più complesso. Sai perché? Il comfort del clima in un ambiente ti è semplicemente più familiare, e questo perché se ne parla da molto più tempo ed anche perché, è un anomalia climatica sensibilmente più empatica, ed essa è di prima necessità per il fisico umano.

chi necessita di tanta qualità sonora?

Fondamentalmente tutti gli ambienti che sono chiusi, che siano essi attività commerciali o location private, il suono non fa distinzioni. Bar - Ristoranti - Hotel - Appartamenti o ville di lusso - Istituti scolastici come le aule - Asili nido - Ludoteche - Call center - Uffici ... Continuo .. ?!? 🙂 Cosa accomuna queste differenti location ? Tutte la stessa cosa, rumorosità da intesa attività umana. Più il vostro ambiente sarà grande, più intensa sarà l'anomalia acustica da correggere, o controllare, inquanto sussistono molto MCubi di aria attraverso i quali la rumorosità si amplifica più facilmente. Altro fattore è correlato alla ricettività di un ambiente, più solo le persone, più saranno le sorgenti sonore, più alto sarà il volume/pressione sonora, più fastidioso sarà il rumore subito.

Per gli utenti privati, residenti in location riservate, il clima acustico da controllare è correlato invece, alla tipologia di ambiente, come ad esempio una stanza adibita all'ascolto di musica, o al' Home Cinema, ove per intensa attività sonora, si intendono amplificatori, e diffusori acustici.

A cosa serve il Comfort Acustico

Semplicemente - Anti stress - Rilassatezza - Serenità - Stimolo alla concentrazione, permanenza, e riposo - Diminuzione del cortisolo nocivo - Favorisce il dimagrimento corporeo

Chiarita la questione, abbiamo appena semplificato un concetto di fisica molto complicato, quindi ... Non stiamo insonorizzando ma stiamo lavorando per controllare la qualità, quindi la velocità del suono, all'interno di ambienti chiusi. In sostanza ... Le onde sonore non potendo uscire in modo diretto, di prima istanza si riflettono sulle superfici murarie di tutto l'ambiente per poi convergere verso l'interno, praticamente rimbalzando da tutte le parti. Questo fenomeno acustico viene definito come riflessione sonora. Cosa che appunto in ambienti esterni non accade, ma sussiste un altro fattore, il VENTO, esso trasporta il suono e può diventare un problema. Ma questa è un altra storia, che prevede in gioco soluzioni diverse dal nome letterale di BARRIERE acustiche.

Soluzioni acustiche la fisica dei prodotti

Cosa comprare e cosa no ?!? 🙁 Semplicemente ... Il suono non esce facilmente, quindi rimbalza e torna indietro, lo fa molto velocemente, ed è tanto fastidioso quante più persone, o sorgenti sonore sono site all'interno, ancora di più quando il locale è di grandi dimensioni. In sintesi cosa bisogna fare ?!? Si devono ammorbidire le superfici, l'onda sonora/rumorosa riflette meno se il punto di impatto è morbido 🙂 🙂 La soluzione che ti occorrerà adottare avrà dunque la corposità (Densità del materiale) simile al cuscino dove dormi la notte. In alcuni casi invece più simile al materasso che usi per riposare. Ogni elemento, prodotto, o articolo dunque che rispecchi questa fisiologia sarà per te più che sufficiente. Diversa invece è la situazione per gli ambienti chiusi ma professionali come gli studi di registrazione, di sound design, dj set, radio, teatri, cinema, auditorium.

qual'è il primo passo da compiere?

Se sei un utente professionale  un'istituzione come una scuola - un teatro - un auditorium - sala prove - scuola di musica - studio di registrazione ecc ... Quello che ti serve è un buon referente, capace e competente che ti accompagni per tutto il percorso, o per un buon inizio questo sarai tu a deciderlo. Se invece da utente gestisci un attività commerciale come un ristornate rinomato, piccolo, o grande che sia - Una mensa - Ludoteca - Call center ecc ... Puoi ipotizzare anche una soluzione fai da te, o alteratesi anche per te una guida lungo il cammino diviene necessaria. Sappi e tieni presente, se può esserti di conforto, che Sarà un cammino meno impegnativo ed un progetto più semplice da realizzare rispetto agli utenti di cui sopra.